TikTok: gli Stati Uniti vogliono acquistare l'applicazione e minacciano di bannarla in caso di rifiuto

Default Profile Picture
Posted by qiaowanyi from the Agriculture category at 17 Mar 2023 06:19:45 am.
Thumbs up or down
Share this page:
tiktok etats-unis
L'amministrazione Biden sta tentando l'ennesimo colpo contro TikTok. Il governo degli Stati Uniti sta cercando di costringere i proprietari cinesi dell'app a rivendere le loro azioni. In caso di rifiuto, gli Stati Uniti minacciano ancora una volta di bandire completamente il social network dal territorio. Naturalmente, questo non intende lasciarlo andare così facilmente.

È stato un primo trimestre particolarmente difficile per TikTok, che sta affrontando la crescente ostilità occidentale nei suoi confronti. In Europa sono già stati presi i primi provvedimenti, in particolare a livello di Commissione che ora vieta ai suoi membri di utilizzare l'applicazione, o più recentemente in Francia con l'apertura di un'inchiesta sul suo algoritmo da parte del Senato. Ma, come ormai da due anni, è negli Stati Uniti che si sta svolgendo la vera guerra.

Dai primi colpi inferti dall'amministrazione Trump, e dalle molteplici rivelazioni sulle pratiche di spionaggio dell'applicazione, TikTok non ha avuto un attimo di tregua nel Paese dello Zio Sam.L'arrivo al potere di Joe Biden ha solo accelerato le cose, visto che il Il Wall Street Journal rivela questa settimana. Il governo, infatti, ha trovato un nuovo metodo per piegare la domanda al proprio volere: costringere i propri azionisti cinesi a vendere le proprie azioni.

UN ALTRO TENTATIVO DEGLI STATI UNITI DI VIETARE TIKTOK

Attualmente, il 60% delle azioni di TikTok è detenuto da investitori internazionali, il 20% da dipendenti e il 20% dai suoi creatori. Sono quindi questi ultimi, così come tutti i dipendenti residenti in Cina, che presto potrebbero essere costretti a vendere le proprie azioni. Se l'amministrazione Biden non specifica chi potrebbe acquistarli, è facile immaginare che si tratterebbe di investitori americani.

La reazione di TikTok non si è fatta attendere. " Se l'obiettivo è proteggere la sicurezza nazionale, il disinvestimento non risolve il problema: un cambio di proprietà non imporrebbe nuove restrizioni ai flussi di dati o all'accesso ", ha sottolineato Brooke Oberwetter, portavoce di TikTok, in una nota.

L'azienda chiede invece trasparenza, soprattutto nell'utilizzo dei dati, come ha già accennato davanti alle autorità europee. Pertanto, si è impegnata a investire 1,5 miliardi di dollari in un programma di protezione dei dati, compresi i piani per archiviare i dati direttamente negli Stati Uniti.
0 Comments
[58]
Beauty
[8047]
Business
[4347]
Computers
[1466]
Education
[25]
Family
[806]
General
[431]
Health
[100]
Hobbies
[31]
Law
[6]
Men
[225]
Travel
[1353]
June 2023
[1523]
May 2023
Blog Tags